Rubino

rubino

Nome popolare – Carbonchio.
Energia – Proiettiva.
Elemento – Fuoco.
Divinità – Buddha, Krishna (da non confondere con le moderne manifestazioni di devozione a Krishna).
Poteri – Ricchezza, protezione, potere, gioia, anti- incubi.

Il rubino a forma di cabochon di aspetto particolare era conosciuto, secoli fa, come «carbonchio». Non esiste una pietra con questo nome, sebbene molti testi trattino il carbonchio come una specifica pietra. Questa magnifica pietra era considerata l’offerta perfetta da fare a Buddha in Cina e a Krishna in India. Una credenza largamente diffusa: sognare rubini preannuncia il successo in affari o problemi di denaro. Se il sogno è compiuto da un giardiniere o da un agricoltore, il rubino annuncia un buon raccolto. Questa è una delle tante pietre di cui si pensa che diventino scure quando un pericolo o una situazione negativa si avvicinano al loro proprietario o quando una malattia lo minaccia. Sia che si tratti di cosa percepita psichicamente, simbolica, sia di un reale cambio di colore e di luminosità della pietra non ben definito, siamo in presenza, con ogni probabilità, di un fenomeno psichico. In questo senso il rubino può essere usato come strumento magico di visione, come la maggior parte delle pietre trasparenti.
I rubini sono veramente delle pietre preziose: gli esemplari perfetti di un colore rosso sangue scuro sono esageratamente costosi. Si possono trovare a buon mercato rubini di gradazione inferiore, che non hanno le qualità delle pietre preziose, ma che possono essere usati in magia, come pure i sostituti magici del rubino. Nella magia del tredicesimo secolo i rubini avevano la fama consolidata di essere le pietre della ricchezza ed erano ritenuti particolarmente efficaci se vi era incisa la figura di un drago o di un serpente prima dell’uso magico. L’antica magia indiana afferma che il possesso di rubini consente di accumulare altre pietre preziose, e ciò forse per la qualità dei rubini di attirare la ricchezza. Si riteneva che il rubino, una volta indossato, conferisse l’invulnerabilità o la protezione contro tutti i nemici, spiriti maligni, forze negative, calamità, incantesimi (manipolazioni magiche) e carestie. Era anche un portafortuna speciale dei soldati, proteggendoli dalle ferite in battaglia. Il rubino, quando viene indossato, rafforza, in realtà il sistema difensivo psichico del corpo. Il rubino protegge la casa contro i temporali e le calamità. Si dice che indossare un rubino faccia aumentare la temperatura del corpo. Si portano gioielli con rubini incastonati per bandire la tristezza e i cattivi pensieri, perché tali gioielli producono gioia, rafforzano la volontà e la fiducia, scacciando la paura. Posto sotto il cuscino, o indossato a letto, il rubino assicura un sonno ristoratore e non turbato da cattivi sogni. I rubini a stella, queste rare pietre dalla forma naturale di stella a sei punte, sono ritenuti particolarmente potenti nelle magie, specialmente protettive, perché si pensa che vi sia nascosto uno spirito. I rubini a stella possono essere anche usati come strumenti per la divinazione, fissando i raggi di luce che sì incrociano al loro interno.