Le Stelle

stelle_res

XVII-LE STELLE

Carta della natura, lo è anche della bellezza, della poesia e della naturalezza. Una donna che poggia un ginocchio a terra, versa il contenuto di due vasi rossi in un fiume (acqua), al tempo stesso ascoltando il sottile linguaggio dell’uccello (aria) e ricevendo gli effluvi delle stelle (fuoco). La fanciulla raffigurata, dal volto dolce e bello versa in uno stagno il contenuto di due anfore, rosse e oro, che ne rivivifica l’acqua putrida. Numerose sono le divinità femminili e materne, legate all’acqua, alle quali potrebbe essere accostata la dea acquatica Anahita. Venere, sorgente dalle onde, Matrimah, madre di tutte le creature. Lucifero, il portatore di luce, detto altrimenti stella del mattino, è il grande astro che sovrasta la scena, come simbolo della luminosità che guida l’uomo smarrito nel deserto. È formato da otto raggi rossi (lo spirito) che ne intersecano altrettanti dorati (la perfezione), mentre altre sette stelle più piccole, forse un’ allusione all’Orsa maggiore o alle Pleiadi, gli fanno corona. Otto stelle, quindi, perché l’otto è il numero dell’infinito, dell’ordine cosmico e della giustizia. Da notare la posizione inginocchiata della figura femminile che ricorda la postura del cavaliere medievale nell’atto dell’investitura.

Significato della carta dritta:
Natura – Armonia
Naturalezza – Verde
Speranza – Bellezza – Poesia
Conoscenza della legge naturale
Vita – Reintegrazione – Essere
Buona fortuna – Spontaneità
Tranquillità – Sincerità
Rigenerazione – Semplicità
Il sovrannaturale

Arcano di pace, giustizia e armonia, è sempre indice di una situazione particolarmente favorevole alla domanda del consultante, che può contare su protezioni ed aiuti sovrannaturali. Si annunciano buone prospettive per il futuro, nuovi orientamenti, influssi astrali positivi sul destino. Rinascita sprituale, uscita da un pericolo, ostacoli superati. Rappresenta quindi, il punto d’arrivo, la conclusione di ciò che è stato fatto in passato, la realizzazione degli sforzi compiuti; una soddisfazione, una ricompensa, una concretizzazione dei sogni e delle speranze oppure un nuovo inizio, una nuova prospettiva da cui ripartire. Ma oltre alla fortuna decisa dalle stelle, il consultante ha all’attivo molte preziose qualità, utilissime a sostenerlo: un’intelligenza intuitiva e lucida, l’allegria, l’ottimismo, la fiducia in se stesso e nella benignità del destino. Tutto nella vita affettiva, familiare, professionale, parla di calma, armonia, serenità, rinnovamento graduale, esente da sbalzi e traumi. Relazionandosi con estrema cordialità ed esercitando un’influenza positiva sugli altri, il consultante è in grado di fornire, nonché di ricevere buoni consigli. Contatto vivificante con la natura, percezione degli influssi celesti, evoluzione su tutti i piani, doti divinatorie e profetiche, affettività gioiosa ed equilibrante, crescita interiore ponderata e vissuta consapevolmente.

Significato della carta rovesciata:
Artificialità – Disarmonia
Scoramento
Impudicizia – Ideologie
Materialismo – Mancanza di scrupoli – Romanticismo – “Idealismo”
“Proiezioni” – False illusioni
Speculazioni – Problemi corporali e di ordine igienico
Ipocrisia – Acqua mite

Con il capovolgimento della carta, la fortuna elargita dall’alto si trasforma in sfortuna, il momento favorevole, da non lasciarsi scappare, in un periodo difficile, privo di occasioni. Si tratta in genere di una condizione di disagio su tutti i fronti, contrassegnata da ostacoli, delusioni, squilibri speranze frustrate o almeno non ancora realizzate. L’attesa è lunga e il consultante, troppo sicuro di sé e troppo poco ragionevole, fatica ad adattarvisi; può allora manifestare atteggiamenti contraddittori: in eccesso, sfogandosi in azioni imprudenti, ostinazione, rigidità mentale; in difetto, rifugiandosi in fuorvianti fantasticherie, nell’apatia, nella pigrizia, nell’incertezza, fino ai limiti pericolosi dell’alcol e della droga. False convinzioni, pessimismo, sfiducia, resistenza al cambiamento. La personalità si rivela gretta, materialista, insensibile, falsa. Inganni, menzogne, leggerezza, malizia. rappresenta un cattivo rapporto con la natura e con la propria parte pulsionale, disequilibrio fisico-psichico, opacità mentale, grettezza mentale, ristrettezza in tutti i campi, incapacità di crescita spirituale o grosse resistenze verso la stessa, rifiuto del sacro dentro di sé e fuori di sé.