L’Appeso

appeso_res

XII-L’APPESO

In questa carta si vede un uomo appeso a un piede, che realizza con i piedi il segno del quaternario e quello del ternario con le braccia (3×4=12). È la carta dell’iniziazione, che simboleggia l’inizio del processo verticale, controcorrente. Il giovane, in analogia col dodicesimo segno dello zodiaco, i Pesci, che corrispondono, guarda caso, al sacrificio e ai piedi, sperimenta la dolorosa tortura riservata in passato ai debitori. In realtà, più che di una punizione, l’Impiccato è il simbolo dell’iniziazione passiva, mistica: il sapere non si ottiene attraverso la ricerca attiva, lo studio, la sperimentazione, come è d’uso qui, in Occidente, ma all’orientale, rimanendo immobili, disponibili alla ricettività e all’ascolto. Il corpo dell’Impiccato penzola nel vuoto, fra due colonne (forse le colonne d’ingresso del tempio di Salomone, Jakin e Boaz), abbandonato ma ancora vincolato, con le mani dietro la schiena, presumibilmente legate, che gli impediscono di liberarsi e di agire, perché l’anima liberata sfugge ormai la realtà della materia. L’Impiccato ha scoperto che il segreto per penetrare l’ essenza delle cose sta nel loro capovolgimento. Dall’inversione di prospettiva, dall’abbandono dei comuni schemi mentali, attraverso l’esperienza della solitudine e del dolore, scaturisce l’idea chiara e illuminante, presupposto per l’accettazione e la trasformazione di sé.

Significato della carta dritta:
Iniziazione – Determinazione
Movimento ascendente – Intensità
Abbandono – Eroicità
Ristrutturazione – Confermazione
Inizio di un processo
Sacrificio
Buon seme – Crescita – Seme
Fertilità – Buona terra

L’impiccagione, ovvero l’inversione di prospettive e di valori, conferisce alla personalità una nuova morbidezza, lontana dalla rigidità degli schemi e delle convenzione. Forse più facile da vivere capovolto che diritto, verso in cui è più drastico, l’ arcano vuole essere un invito alla flessibilità, alla ricettività, alla capacità di adattamento. Il consultante, volontariamente o no, ha a disposizione tutto il tempo che desidera per rivedere situazioni e rinviare scelte e progetti. Non è tempo d’azione ma d’attesa e di prudenza. Qualsiasi ritardo, qualsiasi ostacolo hanno la loro ragione nascosta e devono essere interpretati come un avviso provvidenziale, un segno del cielo. Non resta che accettare il destino, compresi i blocchi e le sconfitte, e sottomettersi almeno temporaneamente al corso degli eventi, senza tentare di cambiarlo. È un arcano di fede e di dedizione. Tutto deve essere disinteressatamente sacrificato a una persona o a una causa, senza aspettarsi ricompense immediate. A differenza della trasformazione auspicata dalla Ruota e dalla Forza, rapida e improvvisa, si tratterà qui di una trasformazione lenta, più interiore che esteriore. La situazione attuale è comunque destinata a capovolgersi completamente, a subire mutamenti radicali e svolte decisive, negative solo in apparenza. Una scelta di vita alternativa, al di fuori della competizione e del consumismo. Rilettura del passato, una nuova e diversa comprensione delle cose. Nella figura dell’Appeso implica un capovolgimento radicale liberatorio, prove che daranno un risultato ottimo contro ogni supposizione, capacità di affrontare gli eventi con fiducia e sapienza. Tranquillità spirituale, introspezione, illuminazione, sacrificio scelto e motivato, aiuto disinteressato. Lasciarsi andare ad una situazione che porterà frutti futuri. Affetti struggenti. Quando esce in posizione di suggerimento: Non insistere con un atteggiamento duro ma ammorbidirsi. Periodo di analisi.

Significato della carta rovesciata:
Dubbio – Vacillamento
Girare nel vuoto
Frustrazione – Sterilità
Tradimento – Detenzione – Assenza
Ansietà – Scomodità – Vuoto
Infertilità
Terra deserta – Aridità
Semi che non fruttificano

Quando l’arcano compare diritto o quando occupa una posizione sfavorevole all’interno del gioco, la situazione esistenziale del consultante si prospetta particolarmente difficile, contrassegnata da preoccupazioni, rimorsi, occasioni perdute. Attanagliato da una serie infinita di dubbi, sommerso da un mare di incertezza, si sente incapace di decidere e di volere e finisce con l’abbandonarsi all’unica strada che gli appare possibile: quella dell’inazione e della rinuncia. Molteplici sono in questo caso i rischi, dalla perdita di contatto con la realtà, dall’illusione all’utopia, all’apatia, all’indifferenza fino alle più gravi forme depressive, alle manie di persecuzione, all’autodistruzione masochistica, al rifiuto di confrontarsi con i problemi, alla fuga dal quotidiano attraverso l’alcol e la droga. E ancora, atteggiamenti di auto-indulgenza, vittimismo, opportunismo, errori d’ogni sorta, credulità eccessiva, superstizione. Annuncia delusioni, noie, affaticamento, amarezza su tutti i fronti, un sacrificio inutile o eccessivo, prove dolorose vissute male, senza riuscire a trame un insegnamento. Una perdita inevitabile, un distacco, un abbandono, una situazione di solitudine e sconfitta. L’arcano è spesso indice di menzogna, inganni, intrighi, una situazione di caos e di anarchia, sia sul piano personale che politico, e inoltre di odi, persecuzione, razzismo. buoni presupposti che sfumano, pigrizia, apatia, incapacità d’azione, pesantezza emotiva. Rifiuto di affrontare problemi psicologici e di scoprire parti nascoste. Sacrifici inutili, prove dolorose sopportate male. Impotenza mentale e/o emotiva, fuga, timidezza, introversione. Irrigidimenti, supposizioni intransigenti e giudicanti. Sacrificio vissuto come catarsi, vittimismo a sfondo ricattatorio, usare un’apparente debolezza in modo strumentale ed opportunistico, incapacità di lasciarsi andare all’interno delle situazioni o dei rapporti.