La Morte

morte_res

XIII-LA MORTE

In questa carta, dove predomina il colore nero del non manifestato, si vede uno scheletro” vivo”. Nel processo iniziatico è necessario sperimentare a vari livelli il paradosso di vivere la morte, morendo agli aspetti inferiori e rinascendo “da sopra” agli stati superiori dell’essere. La Morte, quindi, come premessa necessaria alla rinascita. Superato, infatti, lo stato profano, il passaggio iniziatico, la prova trasformatrice, si rivivrà e meglio, immersi in una nuova condizione di sacralità.

Significato della carta dritta:
Resurrezione – Cambio di pelle
Ricerca – Metafisica
Processo di sviluppo
Indizio di coscienza – Precetti
Passo fondamentale – Segnali
Sviluppo ciclico
Morte in una dimensione
Nascita – Indicazioni
Movimento ciclico

E’ l’Arcano della trasformazione e del movimento, il necessario abbandono del passato per accedere a un futuro pieno di promesse. Ciò che doveva accadere è già accaduto, il fondo è già stato toccato e oramai non rimane più nulla da temere. L’unica soluzione possibile è la risalita, la liberazione, la rivitalizzazione che tiene sempre dietro a ogni morte iniziatica, cui fa seguito l’auspicato risveglio interiore. Non è detto, naturalmente, che si tratti di un movimento indolore. Veder crollare le proprie illusioni, chiudere col passato, troncare legami, abitudini, situazioni, ormai divenuti rami secchi, fa sempre un po’ male. Ma l’evoluzione è inarrestabile e gli avvenimenti ineluttabili quanto alla lunga proficui. L’inizio di una nuova epoca storica o di un nuovo sistema politico, di un nuovo amore o di una nuova occupazione è sempre necessariamente segnato da un momento di crisi. Nuovi desideri, nuove esigenze implicano una trasformazione radicale, un’ evoluzione magari inattesa, insomma un salto di qualità, di fronte al quale ci si può sentire impreparati. Nuovi progetti, nuove idee, nuove circostanze, nuova vita, naturalmente col suo prezzo da pagare: tutto segue la logica del passaggio e della rinascita e se una sconfitta c’è stata, deve essere accettata per l’utile lezione che porta con sé. Da notare che l’arcano capovolto, segnalando che il declino è ormai al termine, ne capovolge anche il senso negativo. significa rinnovamento, rigenerazione, cambiamento in senso orizzontale, evoluzione della personalità. Passaggio da una situazione all’altra in senso positivo. Nuovi progetti e progetti creduti irrealizzabili che inaspettatamente si concretizzano. Mutamento in un rapporto affettivo, mutamento forte, ma qualitativamente necessario. Trasformazione positiva nel lavoro. Nuovi spazi, nuove conoscenze, nuove situazioni. Cambiamenti di abitudini. Libertà emotiva o mentale. Rinascita sia mentale che emozionale, rigenerazione energetica. Eredità.

Significato della carta rovesciata:
Fine necessario
Annichilimento – Immobilità
Morte in una dimensione
Assenza – Detenzione
Scadenza che vince
Cammino senza uscita
Sonnambulismo – Insonnia
Malattia
Malattie croniche

In prossimità di arcani problematici, soprattutto quando si presenta diritta, il verso più pesante di questa carta, il cambiamento preconizzato fa paura e viene vissuto molto male, con una gamma amplissima di sentimenti negativi, dal dispiacere alla disperazione, dalla malinconia all’angoscia, dallo scoraggiamento al vittimismo. In seguito a una sconfitta, un ritardo, un ostacolo, un fallimento per ragioni di forza maggiore, il programma esige di essere prontamente rivisto. Lentezza, immobilismo, incapacità di adattamento, atteggiamenti negativi o, comunque, inadeguati alla situazione, passività di fronte al destino. li tutto aggravato da mancanza di autostima, pessimismo, masochistico attaccamento alle abitudini, carenza di risorse e di appoggi. incapacità di cambiamenti, oppure cambiamento doloroso, non voluto. Difficile accettazione degli eventi improvvisi. Masochismo, ripetitività, attaccamento alle abitudini ed ai sostegni, paura, tendenziale pessimismo portato anche all’estremo, paranoia distruttiva, vittimismo. Inoltre significa sensazione di invulnerabilità, il sentirsi superiori agli eventi, riconversioni forzate, pessimismo contagioso, cambiamento negativo. Fine di un rapporto affettivo.