Il Mago

mago_res

I-IL MAGO (o BAGATTO):

E’ la prima carta del Tarocco; simboleggia la vera essenza dell’uomo la cui missione è conseguire l’unione fra spirito e materia. Con la mano sinistra impugna la bacchetta del comando, simbolo del fuoco primordiale, innesco di qualsiasi azione, mentre con la destra addita gli strumenti del mestiere: il bicchiere, ovvero la coppa, simbolo dell’elemento dell’Acqua e della sapienza; il coltello, cioè la spada, emblema dell’Aria e del coraggio; i dadi che ricordano per la forma cubica la stabilità della terra e il potere coercitivo della volontà.

Significato della carta dritta:
Principio – Inizio
Sottigliezza – Malleabilità
Intelligenza sveglia – Rapidità
Risveglio della coscienza
Veglia – Stato dall’erta
Movimento – Attività – Fama
Spontaneità – Abilità
Buone imprese – Agilità

Tutto nel primo dei ventidue arcani maggiori, contrassegnato dall’elemento fuoco, sembra parlare di slancio creativo, di energia iniziale, di azione rapida e pressoché immediata. Quando nel gioco compare dritto, ancora meglio se affiancato da lame positive annuncia il principio di una nuova azione, un’impresa in cui lanciarsi a capofitto, un’opportunità da on lasciarsi sfuggire. E’ quindi legato ad un inizio, una pulsione estrinsecante, la possibilità del soggetto di agire in maniera compiuta nel proprio ambito contestuale. La possibilità di un cambiamento. Essendo una carta potenziale bisogna sempre accostarla con quella che la precede o segue. Intuito, lampi geniali, forza creativa, innamoramento fulmineo, genialità, intelligenza.

Significato della carta rovesciata:
Inerzia – Quiete – Passività
Immobilità – Autoinganno
Assenza di interesse– Torpore
Disattenzione – Divagazione
Pigrizia – Negligenza
Ciarlataneria – Ruvidezza
Truffatore – Imbroglione– Sogno
Bassa politica – Irresponsabilità

Il capovolgimento dell’arcano può agire in due direzioni, diverse e contrapposte. Nel senso dell’eccesso si assiste, infatti, a un’esasperazione delle qualità marziane e mercuriane del giovane e intraprendente giocoliere, infatti è il blocco di tutte le possibilità, la distruttività, l’inerzia, l’apatia, la frustrazione, una persona che inizia una miriade di progetti senza portarne a termine nessuno.