Il Diavolo

diavolo_res

XV-IL DIAVOLO

Si ha spesso un’idea di questo simbolo condizionata dai pregiudizi morali che ci fanno vedere unicamente il suo aspetto contrario e malefico. Il diavolo non è solamente il male, ma la tradizione lo pone in rapporto con la stupidità e l’ignoranza, così come con la mediocrità e la tepidezza. Il Diavolo, principe della materia, è solitamente rappresentato sotto l’aspetto terrificante del Baphomet templare: testa e zampe di capro, fianchi villosi, seni femminili. Nei suoi colori, il giallo delle gambe, l’azzurro dei fianchi, il rosso del petto e il bianco della testa, allude ai quattro elementi costitutivi del cosmo, Terra, Acqua, Aria e Fuoco, e loro spiriti elementari: forze preziose, di vasta portata, ma non sempre facili da controllare e da sottomettere. A sorreggerlo, intervengono due personaggi, di diversa polarità, uno yin e l’altro yang, come lui semi-umani, incatenati al piedistallo dalla sommità del quale egli sembra dominare, sorridendo trionfante, uomini ed eventi. Sono le passioni che imprigionano l’uomo, riducendolo a livello quasi animale. Non per nulla, il Diavolo è l’Arcano del vincolo, delle catene soffocanti, da spezzare con un supremo atto di coraggio e una volontà ferma, in grado di agire sull’istinto. Nel cosmo, infatti, anche il disordine è circoscritto dall’ordine e a questo deve essere subordinato. Questo Arcano si collega alla lettera ebraica samech, in cui alcuni studiosi ravvisano la sagoma stilizzata dell’Ouroboros, il serpente che si morde la coda, simbolo dell’eterno divenire, nei cicli alternanti si di morte-rinascita. Nella stessa ottica iniziatica, allo spauracchio cornuto fanno capo le antiche divinità pagane, demonizzate, per sopraffarle, dalla cultura cristiana dominante. È il caso del dio cornuto dei celti, Cerumno, del greco Tifone, nonché di Zervan, il genio del male nella religione mitraica, il quale, sorprendentemente, oltre alle coma ha un volto di leone disegnato sul petto, identico a quello sfoggiato dal Diavolo nell’arcano n 15. La connotazione fortemente negativa dell’Arcano, meno drastico capovolto che diritto, proviene dalla mentalità sessuofobica dell’epoca che lo ha generato. La carta si relaziona, infatti, a tutti quegli elementi vissuti oggi con una certa libertà, come la sessualità, l’ambizione e il desiderio di potere.

Significato della carta dritta:
Energia sessuale
Passione – Desiderio
Attrazione – Magnetismo
Intensità – Energia occulta
Possibilità
Straripamento di sentimenti
Possessione di energie esacerbanti
Eros – Sensualità
Vino – Estasi

Seppure sotto un’ angolatura particolare, l’arcano, più facile a viversi capovolto che diritto perché il rovesciamento ne attenua i pesanti significati, dimostra che il diavolo non è poi così nero come sembra. È, infatti, la carta dell’energia psichica, del magnetismo, dei poteri magici e ipnotici, che consentono di influenzare gli altri e di avere la meglio sul destino. Il consultante sfrutta a proprio vantaggio l’attrazione che sa bene di esercitare sui più deboli, attingendo dalle forze oscure della psiche l’eloquenza, il carisma, nonché i poteri telepatici e occulti. Tutto, allora, con la complicità del sovrannaturale, sembra divenire possibile: eventi inattesi e misteriosi, bruschi mutamenti della situazione, imprevisti da cogliere al volo. Per quanto le forze dell’avversario sembrino cospirare contro i progetti, più osa e più il rischio è forte, meglio andrà. Quando il Diavolo esce nel gioco, infatti, non è il caso di dilungarsi in valutazioni d’ordine morale. Un brillante successo, un traguardo irreversibile, di cui il consultante si potrebbe anche pentire in futuro, potrà essere afferrato anche con mezzi non proprio ortodossi, a patto che un fortissimo desiderio, a lungo coltivato, e una volontà di ferro facciano da propellente. Si tratterà comunque di un momento veramente importante della vita, vissuto con grande partecipazione, passionalità, veri e propri colpi di genio. il Diavolo rappresenta un momento di grande energia e determinazione, energia mentale e fisica. Il potere su persone e cose vissuto coscientemente. Rapporto con la materia, forte ma non ossessivo. Grande attività ed intensità, indica la capacità di osservare lucidamente la realtà, persona che si cala in tutti gli affetti, nella vita. Sessualità molto forte e vissuta in maniera intensa. Aumenti di stipendio, benessere economico, speculazioni riuscite, materializzazione di un progetto.

Significato della carta rovesciata:
Squilibrio dei sensi
Desideri – Disordine – Sovreccitazione – Passioni sciolte
Schiavitù dei sensi
Passi falsi – Errori – Ignoranza – Sorprese sgradevoli
Sciattezza – Piccolezza – Odio
Stupidità – Puerilità
Mediocrità – Vanità

La situazione attuale, carica di negatività, pericoli e cambiamenti estranei alla volontà del consultante, ha le sue radici in scelte e atteggiamenti del passato. Anche in questo caso, il male agisce in due maniere differenti. Per difetto, ed ecco la debolezza, le carenze energetiche, l’inconcludenza, la discontinuità, la pigrizia,la dipendenza dagli altri, la paura delle responsabilità e dell’ignoto. Per eccesso, con un accumulo di forze troppo potenti per non essere distruttive. È il trionfo del male, la fatalità che domina gli eventi e travolge, come un fiume in piena, l’esistenza finora tranquilla del consultante. Preannuncia sconvolgimenti, devastazioni, un vero e proprio ribaltamento della situazione, eccessi. Squilibri, assoluta mancanza di regole, soprattutto in campo sessuale dove la perversione regna sovrana. Grossi ostacoli sbarrano la strada in un periodo particolarmente nero, costellato di disgrazie, pericoli, complicazioni d’ogni sorta. Cattive azioni, influenze negative esercitate sugli altri, abuso di fiducia e di potere, truffe, danni, intrighi, menzogne a danno dei più deboli e sprovveduti. E, inoltre, visto il mancato controllo delle energie mentali, pratiche di magia nera, stregoneria, maledizioni. La carta denota la schiavitù dello spirito rispetto alla materia, la non capacità di capire, accettare o superare i conflitti interiori tra la spiritualità e la fisicità. Energia carente, grosse disarmonie, blocco sia a livello mentale che emotivo o fisico. Persona ostacolante e negativa. Eccessi di ogni tipo, slealtà, falsità, inganno. Coprire con le apparenze quello che non si ha o quello che non si è, forte desiderio di potere e di possesso, concupiscenza, tirannia, egocentrismo smodato, al di là di ogni limite. Rabbia, invidia. Sul piano affettivo può portare anche ad una gravidanza indesiderata oppure difficile.